Tom Stuip


Tutto ebbe inizio parecchi anni fa, nel porto di Rotterdam, quando il nonno di Tom era responsabile del dipartimento scarico delle navi. E' stato durante il proibizionismo americano che incontrò un marinaio proveniente dagli States interessato a cambiare il suo banjo tenore per una bottiglia di liquore.

Molti anni dopo Tom ha trovato quel banjo nell’armadio, aveva 11 anni e dopo aver soffiato via la polvere iniziò ad studiare da autodidatta. Qualche tempo dopo è passato all’utilizzo del plettro e al banjo 5 corde, che in seguito sono diventati il suo strumento e la sua tecnica principali.

Dopo aver tentato con alcuni lavori “normali” decide di trasformare il suo hobby in professione e fu così che cominciò la sua carriera, suonando in varie band (ragtime, blues, country, calypso) ed anche combo jazz.

Ad eccezione dell’Antartide Tom si è esibito in tutti i continenti, da solo o in formazione e non manca di partecipare ai maggiori festival internazionali dedicati al banjo.

Ama molto anche l’insegnamento al quale però riesce (per ora) a dedicare veramente poco tempo.

Utilizza Resocoil Banjo

www.tomstuip.com